Shopping

Sport & Fitness

 
Fai di Beltade.it la tua Home Page
Aggiungi Beltade.it ai Preferiti

powered byGoogle

Web

Beltade

giovedì 24 maggio 2018
   SPOT

Tipicoshop.it prodotti tipici regionali al giusto prezzo
   LE ALTRE NEWS

L’Associazione Sportiva Dilettantistica NATURAID “SULLE STRADE DELL’AVVENTURA”.

Naturaid nella Sicilia Barocca 2007

Nuova avventura Naturaid: Speleologia nella grotta in Sardegna

Nuova avventura Naturaid: 24 ore di MTB di Campiglia D’orcia

3° Naturaduno Val Lomasone 2007

Una nuova avventura per il gruppo dei Naturaider.

Il 3° NATURAID Marocco è terminato

News del 9 novembre



La gara è partita!!!

Vai alla pagina: [1] 2 3 4

Avventure nel mondo

A cura di: Maurizio Doro

Stampa!


cp3 ore 8:29 giorno 8 novembre.

Ricordiamo che il Naturaid è una gara unica nel suo genere e la più estrema al mondo dopo quella in Alaska, e proprio in questa edizione,per confermare questa sua particolarità, le condizioni atmosferiche impediscono grandi ritmi e provano fisicamente e psicologicamente tutti gli atleti.
Fino ad ora il tempo non ha aiutato questi temerari, violenti acquazzoni, venti freddi e grandinate hanno sgranato e fatto impegnare i concorrenti che hanno escogitato tutte le tecniche di sopravvivenza di loro conoscenza. Abbiamo visto atleti avvolgersi in cellophane e fogli di alluminio il corpo, i piedi e le mani, qualcuno in qualche villaggio ha anche comperato del materiale per cambiarsi come calzini, maglie e guanti di plastica.
In testa ci sono sempre il forte svizzero Reto Koller e l’esperto Raffaele Verzella che procedono molto caparbiamente e sembra loro non dar fastidio la pioggia e il freddo. Superano i guadi e i torrenti che si formano e scendono in canali dalle montagne di argille scaricando fango rosso. Anche loro si sono avvolti i piedi con sacchetti di cellophane chiusi con il nastro isolante.
Seguono i due amici il triatleta Mauro Miorelli e il viaggiatore Sebastiano Favaro a 2 ore di distacco.
Daniele Modolo sembra sia meglio e sta recuperando le prime posizioni, ha con se una grande scorta di buste di cibi disidratati che gli garantiscono sempre un pasto energetico.
Stupisce ancora Mirko Marki che sembra molto determinato a portare a termine questa Gara-Avventura Estrema. E’ partito con 2 grandi borse laterali sulla bici con dentro molto materiale, penalizzandosi con il peso, ma premiandosi per la sua previdenza: lui è sempre asciutto.
Ci ha detto che in 20 ore in queste condizioni metereologiche il suo orologio ha calcolato un consumo di calorie pari a circa 10.000.
Ieri è stata una giornata molto impegnativa anche per me che ero in jeep. Arrivati al km 134 al ponte il percorso alternativo a sx era sbarrato da grossi sassi e terra. Non si poteva passare. Il capo dei lavori ci impedisce di passare sulle rocce e decidiamo di andare a chiedere al capo del villaggio. Dopo una lunga trattativa la risposta rimane no. Rimaniamo immobili sotto la pioggia battente. Pochi attimi e decido di far tornare la jeep indietro e io di continuare oltre il ponte. Giro per il paese e cerco un taxi. Un giovane con una macchina che è dir poco sgangherata, si ferma e mi fa caricare tutto il mio bagaglio e l’attrezzatura. Continuo così fino al cp 2.

Grandissima Olga Maffei, l’intrepida ragazza trentina tenera nella sua semplicità e gentilezza ha sbalordito tutti pedalando per ore ed ore sotto l’acqua in pantaloncini corti e canottiera, sicuramente è abituata ai grandi freddi del nord Italia. Olga sta procedendo assieme alla fortissima e famosa Ausilia Vistarini, molto conosciuta nell’ ambiente delle 24 ore, e a Stefano Fabrizi di Milano. Un bellissimo trio che si sta divertendo e procede facendo moltissime foto e mangiando in tutti i piccoli villaggi. Hanno con se ancora tutto il loro cibo. Un attimo di sconforto per Michele Naccarato e Donatella Brigagni che hanno preso molto freddo e si sono bloccati diverso tempo per strada,erano sul punto del ritiro, ma le caparbie Ausilia e Olga li hanno convinti a continuare a vivere questa avventura.

I primi ad arrivare al cp3 sono Raffaele e Reto si fermano meno di un’ora e provano a raggiungere il cp 4 nella notte, dato che il tempo sembra essersi messo al bello, il cielo è stellato e regna la luce della luna piena. 3 ore dopo rientrano affaticati e infangati.
Raffaele dice di aver camminato per lungo tempo sulla pista infangata spingendo la bici con le ruote bloccate dall’argilla.
Gli altri atleti ascoltano le loro parole mentre la famiglia berbera che ha dato disponibilità al cp offre loro zuppa legumi e pollo.
Mauro e Sebastiano esprimono l’idea di partire per mezzanotte e tentare la pista che porta a 2400m, ma io decido di far fermare tutti i perchè la pista è troppo difficile e dò la possibilità di uscire dopo le 5 al mattina per fare la salita al buio ma per poi raggiungere la parte fangosa con la luce e per poter seguire un itinerario parallelo alla pista meno duro. Ieri sera un gruppo di 10 atleti è arrivato al cp 3 ,sono stanchi infangati, ma sono molto contenti e si scambiano le loro esperienze e le difficoltà incontrate.

Daniele Benoni ,dopo aver dormito al cp2 dove accusava mal di schiena,arriva al cp3 il mattino con Paolo Tonelli un po deluso perchè ha consumato i pattini dei freni e non ha il ricambio.

Verso mezzogiorno il francese Patrick Hameau, Giacomo Stefanelli e Michele Naccarato sono sulla pista per il 3 cp. Li incontro e ridendo mi raccontano delle loro avventure sotto la pioggia, grandine e nella nebbia, stanno vivendo un grande contatto umano;la gara Naturaid dà questa possibilità.
Franca Visintin ed Elena Boscherini sfrecciano in discesa sulla pista che le porta al 2 cp, mi raccontano del freddo patito e della difficoltà nel superare i vari guadi sulle piste, ma il loro morale è altissimo specialmente Elena che sembra non essere in gara ma in un tour fotografico,visto le tante foto fatte.
Alle 12:30 incontriamo Donatella Bragagni sofferente per una congestione che la fa vomitare e non riesce a mangiare, la sua saggia decisione è quella del ritiro. Veramente importante la sua decisione.
Brava. La gara ci sarà ancora e si potrà riprovare.

Maurizio Doro
Direttore di gara

 


SPOT

 | Contacts | Credits | Info | Dicono di Noi | Pubblicità | Disclaimer | Comunicati Stampa | Newsletter |

Tutto il materiale presente in questo sito è Copyright 2000-2007 Info4U s.r.l.. È vietata la riproduzione anche parziale.
Info4U s.r.l. declina ogni responsabilità per inesattezze dei contenuti e per dati non aggiornati.


93483