Shopping

Sport & Fitness

 
Fai di Beltade.it la tua Home Page
Aggiungi Beltade.it ai Preferiti

powered byGoogle

Web

Beltade

giovedì 24 maggio 2018
   SPOT

Tipicoshop.it prodotti tipici regionali al giusto prezzo
   LE ALTRE NEWS

La planata

Uso del trapezio

Partenza dalla spiaggia (beach start)

Strambata con e senza deriva

Virata in 3 passi

Virata e strambata elementari, stop d’emergenza e precedenze

Posizione di andatura nel windsurf

Manovre elementari nel windsurf

Le andature

Come si armano il rig e la tavola. E come si trasportano e si mettono in acqua

Vai alla pagina: [1] 2

windsurf... mania!

Marco Segnana & Harry Negri

A cura di: Marco Segnana & Harry Negri

Stampa!


Virata e strambata elementari, stop d’emergenza e precedenze

Virata elementare

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

Per cambiare direzione è indispensabile far girare la tavola, modificandone la posizione rispetto alla direzione del vento.

 

 

 

Ricordatevi che:

 

portando avanti la vela vi "allontanate" dal vento, cioè poggiate;

 

inclinando la vela indietro vi "avvicinate" al vento, cioè orzate.

 

 

 

 

Quindi, dalla posizione di andatura al traverso orzate, inclinando l’albero verso poppa e cazzando bene con la mano di vela, per passare dal traverso alla bolina fino al controvento. Per controbilanciare lo spostamento verso poppa del centro velico, spostate il bacino verso prua.

 

 

 

 

Appena sentite che la vela comincia a sgonfiarsi (cioè perde pressione a causa del fatto che vi avvicinate alla direzione del vento), lasciate la mano di vela (posteriore) e portatela sull’albero sotto il boma. Poi lasciate anche la mano d’albero (anteriore) e con ambedue le mani sull’albero fate passare la vela sopra la poppa, tenendo la bugna fuori dall’acqua.

 

 

 

 

A piccoli passi seguite la rotazione della tavola e, brandeggiando, riportatela in posizione base di partenza al traverso sulle nuove mura. Ricominciate a navigare.

 

 

 

 

 

 

1-2 afferra l’albero con entrambe le mani e passa la vela sulla poppa

 

3 - posizione base e partenza sulle nuove mura

4 - accompagna la rotazione

con piccoli passi

5 - continua a far girare la tavola

con l’aiuto della vela

   
 

Strambata elementare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dalla posizione di andatura al traverso poggiate, inclinando l’albero verso prua e cazzando bene con la mano di vela per passare dal traverso al lasco.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lasciate la mano di vela e portatela sull’albero sotto il boma. Poi lasciate anche la mano d’albero e, con ambedue le mani sull’albero, fate passare la vela sopra la prua, tenendo la bugna fuori dall’acqua.

 

 

 

 

 

 

 

A piccoli passi seguite la rotazione della tavola e, brandeggiano, riportatela in posizione base di partenza al traverso sulle nuove mura. Ricominciate a navigare.

 

 

 

1 - poggia dal traverso al lasco

 

2 - afferrato l’albero con

entrambe le mani, fai passare

la vela sulla prua

3 - riparti sulle nuove mura

4 - torna in posizione base

di partenza

5 - accompagna la rotazione

con piccoli passi

 

 

 

Stop d’emergenza

 

Dovendo arrestare la tavola in pochi metri, esistono 2 possibilità:

 

1 - lasciar cadere la vela e saltare in acqua per tenere ferma la tavola;

 

2 - far gonfiare la vela al contrario. Con la mano di vela spingete la vela controvento, portate l’albero leggermente sopravento e, appoggiandovi bene al boma, aumentate la pressione sulla vela fino all’arresto della tavola.

 

 

 

 

Precedenze

 

Come vi dovete comportare incrociando un altro surfista o un altro natante?

 

Bisogna innanzitutto osservare strettamente i diritti di precedenza.

 

- Colui che naviga con le mura a dritta (mano destra vicino all’albero) deve mantenere la sua rotta, mentre colui che naviga con le mura a sinistra (mano sinistra vicino all’albero) deve cambiare andatura, orzando o poggiando a distanza di sicurezza (circa 10 metri).

 

- Quando 2 imbarcazioni viaggiano con le stesse mura, quella sottovento ha sempre la precedenza.

- Le imbarcazioni in avaria, non più manovrabili, quelle in difficoltà, i mezzi di linea, di soccorso e di pubblica sicurezza hanno sempre la precedenza.

 

- La distanza di sicurezza dalle imbarcazioni di linea è ci circa 100 metri.

 

- Le tavole a vela hanno la precedenza sulle barche a motore da diporto, sulle barche a remi e sui pattìni (pedalò).

Evitate, inoltre, di entrare nel campo di regata di altre imbarcazioni.

 

 

 

Il buon senso resta comunque la regola di base.

 

- Guardate sempre sopravento e sottovento prima di effettuare una manovra.

 

- Cercate di non mettervi mai in situazioni pericolose per voi e per gli altri. Le collisioni arrecano danno anche se avete la precedenza (cercare di far cambiare rotta ad una petroliera è vivamente sconsigliato!).

 

 

 

 

Regolamento specifico per l’uso del windsurf

 

- L’uso della tavola è permesso solo nelle ore diurne e nei giorni con buona visibilità;

 

- i surfisti non devono creare pericoli ad eventuali bagnanti e rispettare le zone loro riservate.

 


SPOT

 | Contacts | Credits | Info | Dicono di Noi | Pubblicità | Disclaimer | Comunicati Stampa | Newsletter |

Tutto il materiale presente in questo sito è Copyright 2000-2007 Info4U s.r.l.. È vietata la riproduzione anche parziale.
Info4U s.r.l. declina ogni responsabilità per inesattezze dei contenuti e per dati non aggiornati.


20094