Shopping

Sport & Fitness

 
Fai di Beltade.it la tua Home Page
Aggiungi Beltade.it ai Preferiti

powered byGoogle

Web

Beltade

giovedì 24 maggio 2018
   SPOT

Tipicoshop.it prodotti tipici regionali al giusto prezzo
   LE ALTRE NEWS

Fabio Barbieri Campione Intercontinentale

L’allenamento post-vacanziero

Jeb e diretto destro

La Kick boxing spiegata da un campione

L'angolo della kick boxing

kick_ant.jpg

A cura di: Fabio Barbieri

Stampa!


Jeb e diretto destro

Allenarsi quando fa caldo è difficile, ma se hai problemi con la linea e vuoi dimagrire una volta per tutte in maniera intelligente e definitiva… approfittane, potrebbe essere il momento giusto! Con il caldo, infatti, l’appetito diminuisce; bada bene, questo non vuol dire che non devi mangiare, ma solo che è il momento di cambiare o migliorare l’alimentazione. La verdura e la frutta, come è noto, possiedono un notevole potere purificante e apportano quelle vitamine che il nostro corpo non è in grado di sintetizzare: quindi, se adottiamo un tipo di alimentazione ricco di questi elementi (ad esempio insalata, cetrioli, albicocche, ciliegie, ravanelli, ecc.) ed associamo una buona tecnica di allenamento… il gioco risulta facile!

Per stravolgere – in senso positivo - le tue abitudini non solo alimentari, suggerisco di provare un allenamento diverso: indossa i guantoni.
Ricorda di fasciare sempre le mani, blocca i polsi, usa i guantoni da sacco e, per i più sensibili, utilizza delle protezioni anche alle tibie e ai piedi.

Inizia sempre con un buon riscaldamento delle spalle, fondamentale per scongiurare anche gli infortuni più banali: per esempio, inizia con delle circonduzioni delle braccia, avanti e indietro, circonduzioni della testa, lente, delle spalle e degli avambracci.
Importante, poi, è l’esercizio del salto della corda; salta sull’avampiede e non appoggiare mai il tallone sul pavimento, fai serie da 3 minuti, ripetendo per almeno 3 volte con una pausa di 1 minuto e, nel frattempo, bevi 2 piccoli sorsi d’acqua.

A questo punto, se puoi, mettiti davanti allo specchio ed assumi la posizione detta di guardia sinistra: gamba sinistra avanti, leggermente piegata, il pugno chiuso sinistro deve stare in linea con il mento e il gomito attaccato al fianco, mentre il pugno destro deve restare aderente al mento e l’avambraccio destro coprire il fianco. Adesso sei pronto per colpire con il jab, ovvero il colpo più veloce nella box; questo colpo serve a prendere la distanza dall’avversario, quindi non deve essere potente, ma velocissimo, sia nella distensione - che non deve essere mai iperestensione - che nella flessione, cioè nel tornare immediatamente in guardia con l’avambraccio sinistro sul fianco sinistro. Inizia lentamente, davanti allo specchio, e quando il braccio è quasi disteso ruota il pugno chiuso all’interno. Quando ti sarai impratichito, solleva le spalle nel momento in cui il pugno colpisce il bersaglio: questo completa la tecnica, perchè impedisce l’eventuale reazione dell’avversario (che tenterà di colpire al mento, sul lato sinistro).

Ora puoi passare al sacco che, almeno inizialmente, deve essere morbido, ma ben stabile; è meglio se qualcuno lo tiene fermo, perchè – non è mai di troppo ricordarlo - allenarsi in sicurezza è sinonimo di maturità e preparazione atletica (e, oltretutto, farsi male da subito impedisce di allenarsi!).
Inizia con il jab sinistro, 10 volte, controllando molto la tecnica di esecuzione; poi colpisci il sacco con 2 jab consecutivi, per 20 volte. Ora puoi anche iniziare a muoverti; colpendo il sacco, gira a sinistra, con 1 jab, per 1 minuto, poi gira a destra con 2 jab. Questo colpo è fondamentale per il pugile e quindi ti consiglio di provarlo e riprovarlo; non ha alcun senso, infatti, passare al diretto destro prima di avere acquisito la perfetta padronanza del jab.

 

Il diretto destro
Davanti allo specchio, sempre in guardia sinistra, esercitati a ruotare la spalla destra in avanti finché riuscirai a non vedere più la spalla sinistra (nascosta, in asse, dalla destra). Distendi il braccio destro; anche qui il pugno ruota all’interno e, particolare fondamentale, la punta del piede destro - ovvero quello posteriore - deve ruotare all’interno affinché il tallone si sollevi e la gamba si fletta leggermente. Attenzione, però, a non sbilanciarti troppo in avanti; se tieni le gambe piegate non dovresti avere problemi.

Colpisci con 2 jab e un diretto destro e ricorda che è fondamentale il ritorno degli avambracci ai fianchi.

 

Alcune combinazioni:
2 jab sx + 1 diretto dx
1 jab sx +1 diretto dx +1 jab sx
2 jab sx + 1 diretto sx + 1 jab sx

Ora prova a colpire girando intorno al sacco, ricordando di non colpire mai con il diretto destro in movimento; se giri a sinistra l’ultimo colpo deve essere un sinistro, se giri a destra l’ultimo colpo deve essere il destro.
Ripeti simulando le riprese: 6 riprese da 2 minuti (3 minuti se sei allenato), con 2 minuti di pausa (1 minuto se sei allenato).

Per finire, 2 minuti di defaticamento, colpendo il sacco leggermente, e poi boxa a vuoto per almeno 3-5 minuti.

Fai molto stretching, ricorda di alimentarti in maniera corretta ed equilibrata e, soprattutto, bevi tantissima acqua per reintegrare i liquidi persi durante l’allenamento.

M.Rosaria, presentatrice televisiva (capelli neri) che nelle foto sta colpendo il sacco con il jeb, dice: “Mi alleno volentieri sia con i pesi che con la kick boxing e sto ottenendo grandi risultati". Lucienne (vestito grigio), brasiliana, ex giocatrice nazionale di pallavolo, nella foto porta invece il diretto destro; con la kick si diverte moltissimo e non pensava fosse una disciplina così completa ed efficace!
 

Alla prossima puntata e... buon allenamento!

Fabio Barbieri
Maestro di Sport da Combattimento
 

 

 


SPOT

 | Contacts | Credits | Info | Dicono di Noi | Pubblicità | Disclaimer | Comunicati Stampa | Newsletter |

Tutto il materiale presente in questo sito è Copyright 2000-2007 Info4U s.r.l.. È vietata la riproduzione anche parziale.
Info4U s.r.l. declina ogni responsabilità per inesattezze dei contenuti e per dati non aggiornati.


24946