Shopping

Rimedi Naturali

 
Fai di Beltade.it la tua Home Page
Aggiungi Beltade.it ai Preferiti

powered byGoogle

Web

Beltade

martedì 29 settembre 2020
   SPOT

Tipicoshop.it prodotti tipici regionali al giusto prezzo
   LE ALTRE NEWS

Un’ape tutto fare

Arriva l’Autunno!

Un’estate tutta al naturale

Il mirtillo nero

Il mal di piedi

Il sambuco

Semi di Pompelmo

Melaleuca, la "pianta dei miracoli"

Frutta!!!

I consigli di Giulia Gambaro

Chi è Giulia Gambaro?

A cura di: Giulia Gambaro

Stampa!


Il sambuco

Il Sambuco è un arbusto cespuglioso. Si trova nelle siepi e nei boschi. I suoi fiori sono biancastri, profumati, piccoli, riuniti in grandi ombrelli, i frutti sono bacche carnose nerastre. Le parti usate sono la corteccia, le foglie, i fiori, i frutti. La corteccia si raccoglie in primavera ed in autunno, i fiori in Maggio, alla fioritura segue la produzione dei frutti. Le bacche sono ricche di potassio, tannino, vitamina C, antocianici e mucillagine.

Il sambuco può essere utilizzato sia per curarsi sia per migliorare il proprio aspetto. Nel primo caso la corteccia è antiedematosa, molto diuretica, lassativa; il decotto delle foglie è un ottimo digestivo. I fiori sono galattoghi, quindi utili per l’allattamento al seno; rinfrescanti, utilissimi nelle infiammazioni pettorali, risolutivi, diaforetici. Lo sciroppo di bacche di sambuco esercita un’azione lassativa, depura il sangue; calma la tosse ostinata e aiuta a rimuovere il catarro.

Per quanto riguarda la cura del proprio corpo il decotto di fiori di sambuco ha proprietà emollienti, lenitive, antinfiammatorie, decongestionante. Si mettono 50 gr di fiori in un litro d’acqua, lasciandoli macerare per almeno un’ora, filtrando quindi il liquido attraverso una garza. Può servire per impacchi sugli occhi, imbevendo del cotone. Toglie gonfiore e stanchezza. La pelle ne trarrà beneficio aggiungendo il decotto di foglie e fiori all’acqua del bagno. È un buon drenante, diuretico senza stimolare troppo i reni.

Ricetta D.O.C.: mettere nel tritatutto 100 gr di foglie e fiori, con la farina ottenuta fare un cataplasma aggiungendo dell’acqua calda e 2 cucchiai di aceto di mele. Lasciatelo in posa sulla cellulite per almeno 20 minuti.

Una curiosità sul sambuco è che nell’antichità le donne romane si tingevano i capelli con il succo di Sambuco, nascondendo così i primi capelli bianchi.

 


SPOT

 | Contacts | Credits | Info | Dicono di Noi | Pubblicità | Disclaimer | Comunicati Stampa | Newsletter |

Tutto il materiale presente in questo sito è Copyright 2000-2007 Info4U s.r.l.. È vietata la riproduzione anche parziale.
Info4U s.r.l. declina ogni responsabilità per inesattezze dei contenuti e per dati non aggiornati.


13425