Shopping       Add to Google

Home

 
Fai di Beltade.it la tua Home Page
Aggiungi Beltade.it ai Preferiti

powered byGoogle

Web

Beltade

mercoledì 19 giugno 2019
   ARCHIVIO CATEGORIE


   SPOT

Tipicoshop.it prodotti tipici regionali al giusto prezzo
   LE ALTRE NEWS

Wellness the best: Premium Spa Resort Hotels presenta il lusso!

Chi è veramente il naturopata?

Stampa!

“Per il potere della sapienza l’uomo è reso capace di riconoscere l’unità del Tutto, e di capire che il microcosmo dell’uomo è la controparte del macrocosmo della natura. Non vi è nulla nel cielo né sulla terra che non si possa trovare nell’uomo, e non vi è nulla nell’uomo se non ciò che esiste nel macrocosmo della natura […] chi vuole conoscere l’uomo deve guardarlo nel suo complesso e non come una struttura messa su alla meglio. Se trova malata una parte del corpo, deve cercare le cause che producono tale malattia e non limitarsi a trattare gli effetti esterni.” Paracelso, (1493 - 1541)

Queste parole di Paracelso riassumono la visione che la naturopatia ha dell’universo e dell’uomo: due sistemi che comunicano e si rispecchiano l’uno nell’altro.

La naturopatia utilizza spesso modelli di pensiero che aiutano a leggere l’uomo e le sue dinamiche all’interno di un contesto più grande, quello della Natura. È il caso della Medicina Tradizionale Cinese, di quella Ayurvedica e dell’antica medicina praticata sulle coste del Mediterraneo. Queste conoscenze sono utilizzate da molti naturopati come supporto per comprendere le caratteristiche psicofisiche delle persone che a loro si rivolgono ed aiutarle a ritrovare il benessere.
Il naturopata è infatti un educatore che informa e sostiene chi ha perduto il proprio equilibrio psicofisico e lo aiuta a tornare in sintonia con il proprio sentire interiore.

I metodi di valutazione:

Tra i metodi di valutazione che un naturopata impara ad utilizzare vi sono alcune discipline molto interessanti come l’analisi iridologica, una scienza che fonda le sue radici nelle antiche conoscenze di egizi e caldei e che oggi si avvale di strumentazioni tecnologicamente avanzate per leggere nella trama dell’occhio squilibri, sovraccarichi tossinici, ereditarietà di alcuni disturbi, dando valore all’antico detto che l’occhio è lo “specchio dell’anima”.
Il naturopata si può avvalere anche dei test bioenergetici che individuano intolleranze ed allergie, spesso responsabili di malumore, irritabilità, stanchezza cronica e delle riflessologie (riflessologia dell’orecchio, del piede, del viso) per conoscere, ad esempio, quali sono i punti deboli da sostenere in una persona.

Tutte queste possibilità valutative necessitano, per essere davvero utili, di una buona conoscenza di base delle strutture anatomiche e della fisiologia del corpo umano. Una conoscenza che un buon naturopata non può esimersi dal possedere.

Infine, l’ultimo strumento che il naturopata deve sviluppare, non meno importante degli altri, è l’ascolto. Conoscenza e tecnica sono strumenti di aiuto incompleti se non si possiede la disponibilità verso l’altro. L’ascolto non è una qualità che si improvvisa, sebbene una naturale propensione e apertura verso il prossimo sia già un buon punto di partenza, per questo sono necessarie al naturopata alcune conoscenze delle dinamiche psicologiche e dei pilastri di una buona comunicazione interpersonale.


Presso l’Istituto di Formazione Europea è possibile frequentare il corso di studi triennale in Scienze Naturopatiche e altri corsi promossi dall’IFE relativi alle diverse discipline approfondite da questo Istituto. Per maggiori informazioni, visitate il sito: www.ifeformazione.it


SPOT

 | Contacts | Credits | Info | Dicono di Noi | Pubblicità | Disclaimer | Comunicati Stampa | Newsletter |

Tutto il materiale presente in questo sito è Copyright 2000-2007 Info4U s.r.l.. È vietata la riproduzione anche parziale.
Info4U s.r.l. declina ogni responsabilità per inesattezze dei contenuti e per dati non aggiornati.


54488