Shopping       Add to Google

Sport & Fitness

 
Fai di Beltade.it la tua Home Page
Aggiungi Beltade.it ai Preferiti

powered byGoogle

Web

Beltade

domenica 25 agosto 2019
   ARCHIVIO CATEGORIE


   SPOT

Tipicoshop.it prodotti tipici regionali al giusto prezzo
   LE ALTRE NEWS

BodyFly e performance dal vivo a BENé, Sentieri di Benessere. Sessioni di prova per scoprire l’arte dello stare bene.

Palestra mon amour..

Primo Campionato del Mondo della nuova tavola olimpionica RS: X, a Torbole sul lago di Garda

Kinesis, l’ultima frontiera del movimento a Villa Eden

La preparazione fisica Shaolin

9a Südtirol Tre Cime Alpin Marathon

Vai alla pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 [10] 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28

Tai Chi Chuan, la fluidità dell’esperienza

Stampa!

Se in Cina ha una tradizione molto antica, in Occidente il Tai Chi Chuan è giunto in tempi abbastanza recenti, ovvero qualche decennio fa. Da qualche anno, attraverso immagini e chiavi di lettura varie e disparate se ne sente sempre più parlare; fioriscono stili, simboli, interpretazioni, precetti morali e filosofici, con un minimo comune denominatore: il concetto di fluidità del movimento e del pensiero.

Chi detiene la maestria di questa arte possiede certamente un buon equilibrio interiore e muove grandi forze con fluidità, ma, come insegna il maestro Lauria, nessun libro e nessuna parola può descrivere l’intenso lavoro e la disciplina che occorrono per diventare esperti.

Praticare il Tai Chi significa rendere fluidi i movimenti, gli atteggiamenti e i pensieri, ma si rischia un grave errore di valutazione se si pensa alle conseguenze quasi fossero cause: come in ogni disciplina o arte, infatti, la fluidità non è un punto di partenza, bensì di arrivo.

E in questa ottica, lo studio del Tai Chi Chuian non risulta di certo fluido; è fatto di tecniche fondamentali codificate, di forme (strade), di combattimenti esterni ed interni. E’ ricco di emozioni forti e contrastanti, di scelte sincere, di scoperte piacevoli e, talvolta, spiacevoli. E’ fatto di tutte quelle cose che caratterizzano un’esperienza umana intensa che, nel suo realizzarsi, non è ne stabile ne prevedibile e non assomiglia in nulla ad un fluire lineare ed armonioso.

Chi intraprende lo studio del Tai Chi scopre una disciplina coinvolgente, che prende e restituisce in modo molto potente. La fluidità è una caratteristica del Chi, ma deriva solo dall’esperienza; il lavoro è lungo e consiste nel riappropriarsi di se stessi e dei movimenti del proprio corpo, delle proprie emozioni e della capacità di mettersi in relazione con gli altri facendo pratica di conflitto e di pace, lavorando sulla concentrazione, sulla morbidezza, sulla memoria e sull’autodisciplina.

Sino a che il benessere iniziale diventa sempre più una condizione stabile ed onnicomprensiva e permea ogni nuova esperienza di vita.

A cura di

Marco Basati

Istruttore di Tai Chi Chuan e Shaolin Chuan

presso l’Istituto Oltrecielo

viale Libertà 63 - Pavia

 

Leggi gli approfondimenti su storia e filosofia del Tai Chi http://www.beltade.it/dettaglio_new.asp?id=711&catego=102&pg=11

e sulle arti marziali Shao Lin http://www.beltade.it/dettaglio_new.asp?id=870&catego=102&pg=10

 


SPOT

 | Contacts | Credits | Info | Dicono di Noi | Pubblicità | Disclaimer | Comunicati Stampa | Newsletter |

Tutto il materiale presente in questo sito è Copyright 2000-2007 Info4U s.r.l.. È vietata la riproduzione anche parziale.
Info4U s.r.l. declina ogni responsabilità per inesattezze dei contenuti e per dati non aggiornati.


17698