Shopping       Add to Google

Nuove Tendenze

 
Fai di Beltade.it la tua Home Page
Aggiungi Beltade.it ai Preferiti

powered byGoogle

Web

Beltade

mercoledì 13 novembre 2019
   ARCHIVIO CATEGORIE


   SPOT

Tipicoshop.it prodotti tipici regionali al giusto prezzo
   LE ALTRE NEWS

Foresta Nera, Svevia e Lago di Costanza... all’insegna dello sport

Villa Mazzanta un residence di comfort e relax sulla Costa degli Etruschi Toscana

Il meraviglioso mondo dei coralli... all’acquario di Genova

Festa dei Piccoli comuni: mappa delle iniziative dell’8 maggio

Niente cibo durante lo studio o davanti al pc... parola dei giovani!

Mamma, ti regalo due castelli!

Vai alla pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 [25] 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38

Il meraviglioso mondo dei coralli... all’acquario di Genova

Stampa!

Di fronte alla scogliera corallina malgascia nella Nave Blu, passeggiando tra madrepore di forme e colori diversi, i visitatori possono scoprire la biologia e l’ecologia delle scogliere coralline attraverso video e animazioni in computer grafica, ricostruzioni tridimensionali e una nuova vasca.

La nuova area costituisce un’esperienza coinvolgente, anche per i più piccini, che possono entrare all’interno di alcune parti ed in particolare nella riproduzione tridimensionale di oltre 2 m di altezza di un polipo di corallo. Allo stesso modo, avventurandosi dentro una piccola grotta dove sono posizionate alcune riproduzioni possono immaginare di immergersi tra i coralli e fare un’esperienza tattile senza rischio.

La visita prosegue verso la nuova vasca nella quale sono ospitate alcune “talee” allo scopo di mostrare al pubblico le tecniche utilizzate dai biologi dell’Acquario di Genova per riprodurre diverse specie di coralli duri e molli. Questi vengono inseriti nelle tre vasche espositive dell’Acquario dedicate al corallo vivo: la vasca Indo Pacifico nella Nave Blu, la vasca delle Molucche e la coloratissima vasca del Mar Rosso, entrambe situate al secondo livello del percorso espositivo.
La riproduzione dei coralli è utilizzata anche per i programmi di scambio con altri acquari, che consente di evitare il prelievo in natura degli animali.

La parete che ospita la nuova vasca intende rappresentare la diversità e la ricchezza delle specie di corallo, dando al visitatore la possibilità non solo di osservare, ma anche di toccare con mano tale complessità.

La nuova area ludico-educativa risponde alla mission dell’Acquario e della sua Fondazione, da sempre impegnate a sensibilizzare ed educare il grande pubblico alla conservazione, alla gestione e all’uso responsabile degli ambienti acquatici, attraverso la conoscenza e l’approfondimento delle specie animali e dei loro habitat.

L’impegno dell’Acquario di Genova e della sua Fondazione nei confronti del mondo dei coralli si concretizza già da tempo anche in attività di ricerca, sia presso la struttura di Ponte Spinola, sia “in situ” attraverso la partecipazione di alcuni biologi a spedizioni alle Maldive, condotte in collaborazione con l’Università di Genova.

L’Acquario di Genova partecipa anche ad un nuovo progetto denominato CORALZOO, che vede la partecipazione di diversi Istituti ed Enti europei. Attraverso questa collaborazione internazionale si intendono sviluppare protocolli e metodologie per la riproduzione sessuata e asessuata e il mantenimento di coralli ex situ. Il progetto si occupa anche di identificare i fattori di stress effettivi per questi animali e dare alcune risposte alle varie ipotesi formulate sulle cause del bleaching.

Il fine ultimo di queste attività di sensibilizzazione e di ricerca è la conservazione e la salvaguardia di un habitat unico al mondo: pur occupando lo 0.3% della superficie degli oceani, le scogliere coralline ospitano infatti il 25% di tutte le specie marine.
Un ambiente marino che negli ultimi anni ha dovuto affrontare diversi problemi, quali il fenomeno del “bleaching”, lo sbiancamento causato principalmente dall’innalzamento della temperatura media del mare. Altri fattori di minaccia per le scogliere coralline sono il generale inquinamento dei mari, il turismo di massa, non sempre rispettoso dell’ambiente, l’eccessiva attività antropica lungo le coste e lo smisurato sfruttamento delle risorse marine.

A questo proposito, il World Ocean Network, un’organizzazione di cui l’Acquario di Genova è co-fondatore e che comprende oltre 120 strutture in 25 Paesi - tra acquari, centri scientifici, musei, associazioni e Organizzazioni Non Governative, organizzazioni di formazione o ambientaliste -, ha stilato un rapporto secondo dal quale il 27% delle scogliere coralline risulta essere stato distrutto e il 14% risulta particolarmente minacciato.

Il termine “corallo” può creare qualche confusione tra i non addetti ai lavori: se ai tropici indica i principali responsabili della formazione delle scogliere coralline, cioè le tante specie di madreporari e i “coralli molli”, nel Mediterraneo è tipicamente associato al “cugino” corallo rosso (Corallium rubrum).
A questa specie, endemica, cioè esclusiva del Mare Nostrum, l’Acquario di Genova ha dedicato una vasca nel Centro Nazionale di Informazione sulle Aree Marine Protette, inaugurato nel 2003 grazie ad un accordo tra Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, Regione Liguria e Costa Edutainment.
Questa sala presenta quattro vasche espositive, video di grande effetto e postazioni interattive che descrivono le caratteristiche naturali delle Aree Marine Protette esistenti in Italia, illustrano la loro importanza scientifica, ecologica, culturale ed economica e spiegano le corrette modalità di una fruizione rispettosa dell’ambiente.

Ad approfondire ulteriormente il tema dei coralli contribuirà il nuovo ciclo di incontri organizzato dall’Associazione Amici dell’Acquario dal titolo “La scogliera corallina: come nasce e come muore” che si terrà presso l’Auditorium dell’Acquario di Genova i prossimi 18, 20, 25 maggio e 1, 7, 8 e 9 giugno.

Al mondo dei coralli è legato anche il grande concorso, ricco di premi importanti, “All’Acquario c’è, ma chi sarà il pesce misterioso?”, iniziato lo scorso 15 aprile allo scopo di far conoscere al pubblico le diverse specie che abitano le scogliere coralline attraverso un gioco divertente ed educativo, che rispecchia la filosofia dell’edutainment della struttura genovese. Il quiz a indizi si ripeterà due volte, ogni volta con un soggetto differente: al primo concorre chi partecipa fino al 30 giugno, al secondo quanti parteciperanno dal 1° luglio al 30 settembre. Ogni quiz prevede un’estrazione.

www.acquario.ge.it/


SPOT

 | Contacts | Credits | Info | Dicono di Noi | Pubblicità | Disclaimer | Comunicati Stampa | Newsletter |

Tutto il materiale presente in questo sito è Copyright 2000-2007 Info4U s.r.l.. È vietata la riproduzione anche parziale.
Info4U s.r.l. declina ogni responsabilità per inesattezze dei contenuti e per dati non aggiornati.


39529